Pnrr italiano e conte“E’ un momento speciale per l’Italia ed è un momento speciale per l’Ue. Sono qui oggi a dire che avete l’appoggio totale della commissione europea”. È quanto ha dichiarato la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, nel suo intervento a Cinecittà alla presentazione dell’approvazione del Pnrr italiano, con il presidente del Consiglio, Mario Draghi. ........ “In occasione della visita della presidente Von der Leyen a Roma, la Commissione Europea ha promosso a pieni voti il Recovery Plan italiano” commentano i portavoce del MoVimento 5 Stelle in Commissione Bilancio alla Camera. “La Commissione Ue – aggiungono – darà quindi il via libera ai primi 25 miliardi di euro già questa estate, una parte degli oltre 200 miliardi conquistati in Europa da Giuseppe Conte nell’esclusivo interesse del Paese. A detta di tutti, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza somiglia molto a quello impostato dal precedente Governo che aveva posto tra le priorità la transizione ecologica e digitale, un grande piano per il Sud, lo sviluppo delle nostre imprese, la lotta alle disuguaglianze. E’ stato premiato il grande lavoro di Giuseppe Conte e del M5S e ora vigileremo affinché non venga sprecato nemmeno un centesimo di quei soldi”.

“Il via libera al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) – dichiarano le deputate e i deputati del Movimento 5 Stelle componenti della commissione Ambiente e Attività produttive – rappresenta il riconoscimento del buon lavoro fatto dall’Italia e mette il nostro Paese lungo il percorso della transizione ecologica. Abbiamo a disposizione quasi 69 miliardi di euro da spendere in chiave ‘green’ per rilanciare l’economia tutelando salute e ambiente. Sono risorse ottenute con il governo guidato da Giuseppe Conte che ha saputo far sentire in Europa la voce del nostro Paese e dei nostri cittadini”.

“Rinnovabili, Superbonus 110%, economia circolare, mobilità sostenibile e tutela dell’acqua – aggiungono i parlamentari M5S – sono punti fermi dell’azione del MoVimento che abbiamo portato nel Pnrr. Le risorse da sole però non bastano e stiamo lavorando in Parlamento per garantire un reale ed efficace percorso di decarbonizzazione. E’ essenziale bilanciare la tutela dell’ambiente e del paesaggio con la necessità di accelerare la produzione di energia da fonti rinnovabili”.

“In tema di Valutazione d’impatto ambientale va garantito che non si sfugga ai controlli e va assicurata la correttezza e sostenibilità delle attività e delle opere”, proseguono dal M5S. “Inoltre abbiamo ottenuto che le risorse del Pnrr non vengano utilizzate per finanziare progetti per la cattura e lo stoccaggio dell’anidride carbonica (CCS) legata alla produzione di idrogeno blu. Grazie al nostro impegno e ai principi del MoVimento l’Italia potrà lasciarsi alle spalle i danni della pandemia puntando tutto su una ripresa verde e sostenibile”, concludono i parlamentari pentastellati.

dall'articolo di LaNotiziaGiornale.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna