Alfonso Bonafede intervista FQA un nuovo presidente del Consiglio non vuole neppure pensarci: “Lo dissi al Fatto già mesi fa, mettere in discussione Giuseppe Conte è fantascienza”. E predica pace: “Martedì dobbiamo approvare in Consiglio dei ministri il Recovery Plan e poi lavorare per un patto di legislatura”. Però il Guardasigilli e capodelegazione del MoVimento 5 Stelle, Alfonso Bonafede, deve dirlo: “Ognuno ora dovrà assumersi le proprie responsabilità, evocare la crisi agli italiani pare una cosa da marziani”. 𝐃: 𝐋𝐚 𝐫𝐢𝐮𝐧𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐢 𝐯𝐞𝐧𝐞𝐫𝐝𝐢̀ 𝐬𝐮𝐥 𝐑𝐞𝐜𝐨𝐯𝐞𝐫𝐲 𝐏𝐥𝐚𝐧 𝐞̀ 𝐬𝐭𝐚𝐭𝐚 𝐝𝐢𝐟𝐟𝐢𝐜𝐢𝐥𝐞 𝐞 𝐥𝐚 𝐬𝐢𝐭𝐮𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐞̀ 𝐜𝐨𝐧𝐟𝐮𝐬𝐚. 𝐂𝐨𝐦𝐞 𝐬𝐞 𝐧𝐞 𝐞𝐬𝐜𝐞? R: L’unica rotta possibile è quella del lavoro. Il contributo del Movimento è sempre stato sui contenuti, e per questo sarà molto importante il Consiglio dei ministri sul Recovery Plan di martedì prossimo, dove il piano andrà approvato per poi essere portato in Parlamento e aperto al contributo di tutti. 𝐃: 𝐂𝐨𝐦𝐞 𝐚𝐫𝐫𝐢𝐯𝐞𝐫𝐞𝐭𝐞 𝐚 𝐦𝐚𝐫𝐭𝐞𝐝𝐢̀? 𝐕𝐞𝐧𝐞𝐫𝐝𝐢̀ 𝐚𝐥 𝐭𝐚𝐯𝐨𝐥𝐨 𝐈𝐯 𝐡𝐚 𝐫𝐢𝐭𝐢𝐫𝐚𝐭𝐨 𝐟𝐮𝐨𝐫𝐢 𝐢𝐥 𝐏𝐨𝐧𝐭𝐞 𝐬𝐮𝐥𝐥𝐨 𝐒𝐭𝐫𝐞𝐭𝐭𝐨... 𝐍𝐨𝐧 𝐥’𝐡𝐚 𝐬𝐨𝐫𝐩𝐫𝐞𝐬𝐚 𝐪𝐮𝐞𝐬𝐭𝐨? R: No, visto che anche in altre riunioni il tema era stato sollevato. Ognuno ha le sue legittime priorità ma non credo che il Ponte ora sia fra le priorità degli italiani. 𝐃: 𝐈𝐯 𝐢𝐧𝐬𝐢𝐬𝐭𝐞 𝐚𝐧𝐜𝐡𝐞 𝐬𝐮𝐥 𝐌𝐞𝐬. 𝐂𝐞𝐫𝐜𝐚 𝐮𝐧 𝐩𝐫𝐞𝐭𝐞𝐬𝐭𝐨 𝐩𝐞𝐫 𝐫𝐨𝐦𝐩𝐞𝐫𝐞? R: (Sorride, ndr) Interpretare Iv per me è arduo. Di certo la posizione del MoVimento 5 Stelle sul fondo salva Stati è chiara, e sia il Mes che il Ponte non rientrano nell’ambito del Recovery Plan. Non erano temi all’ordine del giorno. Dopodiché penso che continuare a ostentare tensione sia profondamente sbagliato. La gente ci chiede soluzioni, non certo una crisi che oltretutto non verrebbe compresa a livello internazionale.

𝐃: 𝐌𝐚 𝐢𝐥 𝐑𝐞𝐜𝐨𝐯𝐞𝐫𝐲 𝐏𝐥𝐚𝐧 𝐞̀ 𝐜𝐨𝐬𝐢̀ 𝐞𝐟𝐟𝐢𝐜𝐚𝐜𝐞? 𝐂𝐨𝐬𝐚 𝐚𝐯𝐞𝐭𝐞 𝐨𝐭𝐭𝐞𝐧𝐮𝐭𝐨?

R: I tre pilastri del documento, la green economy, la digitalizzazione e l’inclusione sociale, sono nel Dna del Movimento. Detto questo, abbiamo lavorato per misure significative per la scuola, l’industria 4.0 e la giustizia. E abbiamo ottenuto il prolungamento del superbonus per l’edilizia residenziale fino a tutto il 2023.

𝐃: 𝐈 𝐫𝐞𝐧𝐳𝐢𝐚𝐧𝐢, 𝐞 𝐚𝐧𝐜𝐡𝐞 𝐢𝐥 𝐏𝐝, 𝐬𝐨𝐧𝐨 𝐜𝐫𝐢𝐭𝐢𝐜𝐢 𝐬𝐮𝐢 𝐟𝐨𝐧𝐝𝐢 𝐩𝐞𝐫 𝐥𝐚 𝐜𝐲𝐛𝐞𝐫𝐬𝐢𝐜𝐮𝐫𝐞𝐳𝐳𝐚.

R: Ne discuteremo. Ma non vediamo problematiche particolari sul punto.

𝐃: 𝐈𝐥 𝐌𝐨𝐕𝐢𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨 𝟓 𝐒𝐭𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐚𝐟𝐟𝐞𝐫𝐦𝐚 𝐜𝐡𝐞 𝐢 𝐬𝐮𝐨𝐢 𝐦𝐢𝐧𝐢𝐬𝐭𝐫𝐢 “𝐧𝐨𝐧 𝐬𝐨𝐧𝐨 𝐬𝐚𝐜𝐫𝐢𝐟𝐢𝐜𝐚𝐛𝐢𝐥𝐢”. 𝐌𝐚 𝐬𝐞𝐧𝐳𝐚 𝐫𝐢𝐦𝐩𝐚𝐬𝐭𝐨 𝐜𝐨𝐦𝐞 𝐩𝐨𝐭𝐞𝐭𝐞 𝐚𝐜𝐜𝐨𝐫𝐝𝐚𝐫𝐯𝐢 𝐜𝐨𝐧 𝐑𝐞𝐧𝐳𝐢?

R: Se qualcuno ha questa istanza la farà presente. Finora non è successo. Ma il MoVimento 5 Stelle è soddisfatto dei propri ministri.

𝐃: 𝐒𝐢 𝐩𝐮𝐨̀ 𝐚𝐥𝐥𝐚𝐫𝐠𝐚𝐫𝐞 𝐥𝐚 𝐬𝐪𝐮𝐚𝐝𝐫𝐚 𝐬𝐞𝐧𝐳𝐚 𝐭𝐨𝐠𝐥𝐢𝐞𝐫𝐞 𝐧𝐞𝐬𝐬𝐮𝐧𝐨?

R: Non parlo di retroscena e ipotesi. Mi interessano i temi, le cose da fare.

𝐃: 𝐏𝐞𝐫𝐨̀ 𝐑𝐞𝐧𝐳𝐢 𝐩𝐫𝐞𝐭𝐞𝐧𝐝𝐞 𝐥𝐞 𝐝𝐢𝐦𝐢𝐬𝐬𝐢𝐨𝐧𝐢 𝐝𝐞𝐥 𝐩𝐫𝐞𝐦𝐢𝐞𝐫 𝐩𝐞𝐫 𝐮𝐧 𝐂𝐨𝐧𝐭𝐞 𝐭𝐞𝐫. 𝐈𝐥 𝐌𝐨𝐕𝐢𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨 𝟓 𝐒𝐭𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐩𝐮𝐨̀ 𝐫𝐞𝐠𝐠𝐞𝐫𝐞 𝐬𝐞𝐧𝐳𝐚 𝐝𝐢 𝐥𝐮𝐢 𝐚 𝐩𝐚𝐥𝐚𝐳𝐳𝐨 𝐂𝐡𝐢𝐠𝐢?

R: Toccare Conte è impensabile. È lui che ha tenuto il Paese in una fase come quella della pandemia, e che ha condotto la trattativa in Ue sul Recovery.

𝐃: 𝐒𝐞𝐧𝐳𝐚 𝐝𝐢 𝐥𝐮𝐢, 𝐜’𝐞̀ 𝐬𝐨𝐥𝐨 𝐢𝐥 𝐯𝐨𝐭𝐨?

R: Noi lavoriamo perché questo Governo vada avanti, e per questo proponiamo anche un patto di legislatura per tutta la maggioranza. Ma ciascuno nei prossimi giorni si assumerà le responsabilità delle proprie decisioni. E se fosse messo in discussione Conte a quel punto ci sarebbero solo le elezioni.

𝐃: 𝐂𝐢 𝐬𝐚𝐫𝐞𝐛𝐛𝐞 𝐚𝐧𝐜𝐡𝐞 𝐥𝐚 𝐯𝐢𝐚 𝐝𝐞𝐢 𝐫𝐞𝐬𝐩𝐨𝐧𝐬𝐚𝐛𝐢𝐥𝐢 𝐜𝐨𝐧 𝐢𝐥 𝐯𝐨𝐭𝐨 𝐢𝐧 𝐏𝐚𝐫𝐥𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐬𝐮𝐥 𝐑𝐞𝐜𝐨𝐯𝐞𝐫𝐲. 𝐋𝐢 𝐬𝐭𝐚𝐭𝐞 𝐜𝐞𝐫𝐜𝐚𝐧𝐝𝐨...

R: Respingo questi ragionamenti. Il Recovery Plan sarà il pilastro del nostro futuro ed è patrimonio di tutti. Per questo si cercherà la massima convergenza sul documento.

𝐃: 𝐂𝐢𝐨𝐞̀ 𝐧𝐨𝐧 𝐬𝐚𝐫𝐚̀ 𝐮𝐧 𝐯𝐨𝐭𝐨 𝐝𝐢 𝐟𝐢𝐝𝐮𝐜𝐢𝐚?

R: No. Ma ripeto, non ragiono di maggioranze alternative o cose del genere.

𝐃: 𝐑𝐞𝐧𝐳𝐢 𝐫𝐨𝐦𝐩𝐞𝐫𝐚̀?

R: Auspico davvero che prevalga la responsabilità, il lavoro da fare è ancora tanto. Dobbiamo proseguire con la campagna di vaccinazione, partita molto bene. Con 550mila vaccini fatti siamo i primi in Europa e dobbiamo continuare così. In tempi di emergenza, come si fa a parlare di crisi?

Articolo di  Alfonso Bonafede  da Facebook da InaltoiCuori.com

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna